• Voce dello scrittore

    “La solitudine dell’orso” di Andrea Alba

    Dopo una pausa di riflessione su tutto il caos che ci ha travolto, torniamo a parlarvi dei nostri amati libri e scrittori. Tra l’altro non si fa altro che dire che questo è il momento giusto per leggere e quindi ci uniamo al coro anche noi! Oggi vi facciamo ascoltare la voce di Andrea Alba, autore de “La solitudine dell’orso” edito da Scatole Parlanti.

    “Un gruppo di amici e compagni d’università decide di partire per una vacanza alla fine della sessione d’esami. Con un vecchio furgone e un’idea esagerata di libertà, scelgono di attraversare le radure selvagge di una Sicilia magica, accompagnati da una colonna sonora all’insegna del rock e curata nei minimi dettagli dal protagonista e voce narrante del racconto. Li accomuna la passione per la letteratura e il cinema, l’impegno sociale e politico in un’Italia che sembra sempre immobile e la voglia di scoprire il mondo, ma presto invece scopriranno se stessi, fuori dal guscio protettivo della loro rassicurante relazione”.

    Buon ascolto!

    A cura di Chiara Pugliese Musica:www.incompetech.com Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover la solitudine dell'orso
  • Voce dello scrittore

    “Il malseme d’Adamo” di Alessio Bianco

    Perché si scrive? Quale impulso trasforma un pensiero in poesia? Può un poeta essere utile?

    Il nostro protagonista crede di saperlo, ma all’ennesimo rifiuto editoriale crolla. Ciò che a lui sembra la fine, però, è soltanto l’inizio di un viaggio nel più surreale dei non-luoghi: la Casa nella nebbia.

    Tra strane regole da rispettare e situazioni oniriche, “Il malseme d’Adamo” affronta il più contemporaneo tema della scrittura e della sua funzione, accompagnando il lettore lungo un percorso all’insegna della consapevolezza, dove ogni parola trova il suo valore.

    Ascoltiamo allora la voce dell’autore, Alessio Bianco, al suo esordio editoriale per la casa editrice Scatole Parlanti, che ci racconta qualcosa in più di questo libro.

    Buon ascolto!

    A cura di Chiara Pugliese Musica: www.incompetech.com Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover il malseme d'Adamo
  • Voce dello scrittore

    “Colpa libera tutti” di Lucio Magherini

    Un noir dove passato e presente si mescolano.

    Il destino di Francesco, rimasto sospeso per anni nel limbo inconsapevole del coma, non si è ancora compiuto. Il risveglio lo riporta inesorabilmente a quella provincia dimenticata da Dio da cui aveva tentato di emanciparsi. I suoi vecchi amici sono ancora lì ad attenderlo, mossi dalla compassione per il prezzo che ha dovuto pagare di fronte alla comune ambizione.

    Nel trovarsi di nuovo con loro, la sua mente non riuscirà ad arginare il senso di colpa che lo riporta a Luca, l’amico morto in circostanze misteriose. La gita al Casale in cui si sono rifugiati Stefano, il vecchio leader, e la compagna Viola, lo riporterà ai fatti che ne hanno segnato la sorte, seguendo i passi già tracciati da una specie di fantasma interiore che lo condurrà a provare la stessa rabbia e la stessa paura di Luca.

    Dalla viva voce di Lucio Magherini ascoltate la sua presentazione di “Colpa libera tutti” edito da Scatole Parlanti.

    Buon ascolto!

    A cura di Chiara Pugliese Musica: www.bensound.com Per contattarci: info@radioblognews.it

    colpa libera tutti cover
  • Voce dello scrittore

    “I fuochi di Sant’Elmo” di Claudia Caredda

    Emozionata ed emozionante la voce della cagliaritana Claudia Caredda, al suo esordio nella narrativa, che ci racconta “I fuochi di Sant’Elmo“, uscito per le edizioni ” Scatole Parlanti“.

    E’ un romanzo di formazione che indaga la complessità delle relazioni umane attraverso la storia di Emanuele che, dopo una tragedia familiare, nei primi anni Settanta, lascia Perugia e parte alla scoperta del mondo. Anche lui a suo modo vivrà metaforicamente i suoi “fuochi di Sant’Elmo”, bagliori bianco-bluastri dovuti alla ionizzazione dell’aria, che si manifestano in mare aperto e colpiscono gli alberi delle navi durante i temporali. Nel corso dei secoli i marinai hanno pensato che quei fulmini fossero di buon auspicio, perché li identificavano come la presenza del loro santo protettore, Sant’Elmo (o Sant’Erasmo). Simbolicamente, anche per Emanuele, diventano la capacità dell’uomo di avere fiducia e di costruirsi una speranza anche nel momento di maggiore difficoltà e dolore.

    Buon ascolto!

    Musica: www.incompetech.com – Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover "I fuochi di Sant'Elmo"