• Reading

    “Le leggende del castello nero” di Iginio Ugo Tarchetti dalla raccolta”Racconti italiani gotici e fantastici” a cura di Dario Pontuale -Black Dog Edizioni.

    “Non so se le memorie che io sto per scrivere possano avere interesse per altri, che per me. Le scrivo ad ogni modo per me. Esse si riferiscono pressochè tutte a un avvenimento pieno di mistero e di terrore, nel quale non sarà possibile a molti rintracciare il filo di un fatto, o desumere un conseguenza, o trovare una ragione qualunque. Io solo il potrò, io, attore e vittima a un tempo”.

    Buon sabato sera amici di Radio Blog News!

    Concludiamo questa settimana di audio dedicati come sempre al mondo dei libri e della letteratura, proponendovi l’ascolto INTEGRALE del racconto “Le leggende del castello nero” di Iginio Ugo Tarchetti ( San Salvatore Monferrato,1839 – Milano, 1869), contenuto nel secondo volume della raccolta “Racconti italiani gotici e fantastici”, curata da Dario Pontuale, illustrata da Alex Raso e pubblicato dalla casa editrice capitanata da Marcello Figoni, Black Dog Edizioni.

    Un racconto inquietante e coinvolgente!

    Buon ascolto!

    Voce: Chiara Pugliese Musica: www.incompetech.com Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover racconti italiani gotici e fantastici
  • Reading

    “L’ultima luce” di Corinna Rossi

    “L’ultima luce si spense. La fiammella che illuminava l’arco della finestra in cima alla torre si agitò e scomparve”.

    Ben trovati nel nuovo anno amici e ascoltatori di Radio Blog News. Inauguriamo con piacere le nostre letture ad alta voce presentandovi una bravissima audiolettrice del web, Valentina Lale Ferraro – La Musifavolista che vi invitiamo ad andare a conoscere ed ascoltare meglio sul suo canale Spreaker o sul suo sito www.lamusifavolista.com.

    Valentina legge per noi l’incipit di “L’ultima luce” di Corinna Rossi – Edizioni Espera.

    Siamo in Egitto, Deserto Occidentale, inizio del IV secolo AD. Su ordine dell’imperatore, viene ultimata la costruzione di una catena di insediamenti fortificati intorno alla Grande Oasi, lungo il limite meridionale dell’impero romano. Nel più grande, una laboriosa comunità e un manipolo di soldati scelti hanno il compito di garantire il controllo delle vie carovaniere e di sorvegliare il fronte sud, oltre cui finisce il mondo conosciuto. Per cento anni gli abitanti dell’insediamento seguono fedelmente gli ordini originali dell’imperatore, fino a quando un evento inatteso sgretola le loro certezze e li costringe, lentamente, a trasferirsi altrove. Quando l’ultimo manipolo di soldati capisce che è ora di abbandonare l’insediamento, accende un’ultima luce sulla torre del castello, e si prepara a partire. Quando l’ultima luce viene spenta si chiude un ciclo – e se ne apre un altro.

    Buon ascolto allora e un ringraziamento speciale alla brava e coinvolgente Musifavolista!

    Musica: www.incompetech.com – Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover l'ultima luce
  • Reading

    “Incontri all’angolo di un mattino” di Lia Migale

    “Sì, ho ritrovato la lettera. Anzi devo dire che l’ho semplicemente trovata, non la stavo cercando. Non ricordavo di averla, forse non ricordavo nemmeno di averla mai ricevuta. L’ho trovata in mezzo a vecchi quaderni nella casa che era stata dei miei genitori. Era una breve lettera scritta su di un foglio di carta velina, vergata a mano dalla mia amica Gioia. Era stata scritta nel 1968, era marzo. Poche parole dettate dall’urgenza, quella di dire in fretta perché da oggi in poi il tempo correrà più velocemente e bisogna dire quello che accade e l’amore che ci lega. Bisogna sempre dire del legame che ci permette di correre”.

    Estratto dal libro di Lia Migale “Incontri all’angolo di un mattino” edito da La Lepre Edizioni. Il romanzo ritrae la generazione degli anni Settanta prima e dopo quel decennio e dietro i nomi dei vari personaggi si celano veri protagonisti di quell’epoca.

    Buon ascolto!

    Voce: Chiara Pugliese – Musica: www.incompetech.com – Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover incontri all'angolo di un mattino
  • Reading

    “I segreti di Sandy Neck” di Alessandro Testa

    “I quadri di Hopper erano forse una delle poche espressioni artistiche in grado di emozionarlo, di fargli pensare che la fotografia avesse dei rivali. Si guardò intorno, osservando i particolari di quella scena selvaggia che la sera stava per coprire col blu per poi dipingerla di nero”.

    Addentriamoci negli affascinanti meandri di una nuova pubblicazione di Edizioni Il Vento Antico firmata da Alessandro Testa, “I segreti di Sandy Neck”.

    Per l’occasione, replichiamo con grande piacere la collaborazione con  Valter Zanardi, bravo e prolifico lettore di audiolibri su YouTube che potete ascoltare e seguire cliccando qui ( http://bit.ly/AscoltaZanardi ).

    Buon ascolto!

    A cura di Chiara Pugliese -Musica: www.incompetech.com -Per contattarci:info@radioblognews.it

    cover di I segreti di Sandy Neck
  • Reading

    “librINPillole” legge “L’affaire dei veleni” di Francesco gioia

    Chi si nasconde sotto lo pseudonimo di librINPILLOLE?

    Intanto vi facciamo scoprire qualcosa di lui facendovi ascoltare la sua bellissima voce e coinvolgente lettura, estratta dal romanzo “L’affaire dei veleni” di Francesco Gioia, già nostro ospite per le Edizioni Il Vento Antico.

    Il libro è stato fra i 10 scelti per la pubblicazione dal concorso nazionale “Fai viaggiare la tua storia 2019” (promosso da LibromaniaAutogrillNewton Compton editori e DeA Planeta – narrativa).

    Sull’identità di librINPILLOLE invece vi raccontiamo anche che si tratta di Simone, attore, doppiatore e speaker professionista. Ha lavorato a Roma nel mondo del doppiaggio per alcuni anni per poi decidere di andare a vivere in Scozia, essendosi sempre sentito britannico fin dalla nascita. Ha una passione per la storia e l’arte, più in particolare per il cinema, il teatro, la musica e i dischi in vinile.

    E dunque vi invitiamo ad iniziare l’ascolto del misterioso e intrigante “L’affaire dei veleni” e a visitare il canale YouTube di Simone che ospita molte altre storie ad alta voce: http://bit.ly/librinpillole.

    Buon ascolto!

    A cura di Chiara Pugliese
    Musica: www.incompetech.com
    Per contattarci:info@radioblognews.it

  • Reading,  Voce dello scrittore

    “Veniamo dal basso come un pugno sotto il mento” di Alice Diacono

    Vengono i brividi ad ascoltare Alice Diacono che legge “18 maggio”, uno dei brani più significativi dalla sua raccolta “Veniamo dal basso come un pugno sotto il mento”, edito da Battaglia Edizioni.

    Il volume è una raccolta di testi in prosa e poesia che affronta temi imprescindibili come il femminismo, l’amore, la felicità, la perdita, e il potere delle parole come strumento necessario per riscoprire la dolcezza della vita, raccontati dalla prospettiva di una giovane e aspirante scrittrice.

    Buon ascolto!

    A cura di Chiara Pugliese Musica: www.bensound.com Per contattarci:info@radioblognews.it

  • Reading

    “Semafori rossi” di Gianna Radiconcini

    Sposata infelicemente ad un marito che la tradisce con una sua amica, rimasta incinta di un altro uomo, Giuliano, Anna deve dissimulare la gravidanza per sfuggire al licenziamento e a problemi giudiziari, mentre affronta il carattere ondivago, prepotente e instabile di Giuliano: il rapporto con lui implicherebbe la perdita dell’indipendenza e la rinuncia al proprio amato lavoro.

    Questo libro è una testimonianza preziosa di una donna che ha lottato per non tradire se stessa, difendendo la propria dignità e i propri ideali di giustizia e libertà. Le brevi soste dovute ai semafori rossi del titolo sono quelle che l’hanno aiutata a riflettere su se stessa e a prendere le giuste decisioni.

    Semafori rossi” di Gianna Radiconcini – La Lepre Edizioni

    Oggi, su Radio Blog News, ve ne leggiamo un piccolo estratto.

    Buon ascolto!

    Voce: Chiara Pugliese Musica: www.bensound.com -Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover semafori rossi
  • Reading

    “Anja, la segretaria di Dostoevskij” di Giuseppe Manfridi

    “Pietroburgo 1866. Lo scrittore, quasi cinquantenne, Fedor Michajlovich Dostoevskij è afflitto dall’epilessia e reduce dall’aver firmato un contratto capestro col suo mefistofelico editore: si è impegnato a consegnare un nuovo romanzo nell’arco di un mese. In caso contrario perderà i diritti su tutte le sue opere passate e future. Consigliato dagli amici, si rivolge a una scuola di stenografia che gli mette a disposizione la migliore delle sue allieve: Anja Grigor’evna, una graziosa adolescente curiosa del mondo, che ha ereditato dal padre la passione per la letteratura. Fra i due, in ventisei giorni, nascerà un amore estremo a dispetto dello scandaloso divario di età. Anja rimarrà la fedele custode dell’opera di Dostoevskij fino alla propria morte, avvenuta trentasette anni dopo quella del marito”.

    Nella scena che vi facciamo ascoltare, grazie all’intensa interpretazione di Giuseppe Manfridi, autore teatrale e scrittore, Anja e Dostoevskij stanno lavorando alla scrittura del romanzo quando accade qualcosa di drammatico e sconvolgente: lo scrittore ha una crisi epilettica e la ragazza per la prima volta si trova a doverlo soccorrere, giovane, impreparata, smarrita…..

    “Anja, la segretaria di Dostoevskij” di Giuseppe ManfridiLa Lepre Edizioni.

    Musica: www.incompetech.com Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover "anja"
  • Reading

    “L’età straniera” di Marina Mander

    “Brucio la lettera con l’accendino, ciao ciao me stesso, perdiamoci di vista,lasciamo stare, sono solo fantasie, oggi è solo oggi”.

    Come promesso, anche stamani un bel libro ed una bella lettura per iniziare la vostra giornata.

    Maria Grazia Tirasso, una delle animatrici dell’iniziativa “Leggere a voce alta” vi farà ascoltare un estratto di un altro libro candidato al Premio Strega 2019, “L’età straniera” di Marina Mander, Marsilio Editori.

    Musica: Incompetech – Per contattarci:info@radioblognews.it

    Buon ascolto!

  • Reading

    “Città irreale” di Cristina Marconi

    “L’ultima giornata con Iain continuavo a ripercorrerla come una poesia che sapevo a memoria. Quando dimenticavo un momento, ripartivo dall’inizio per riportare tutto a galla. Me la ripassavo ogni giorno prima di andare a dormire alla ricerca di qualcosa che non avevo notato – un bacio non ricambiato, una frase che avrebbe potuto dare un corso diverso agli eventi – e invidiavo la me stessa dei giorni immediatamente successivi, quando potevo stare sul divano di Francesca a piangere senza dovermi vergognare.Quella tristezza voluttuosa non mi chiedeva niente, niente se non restare lì con lei”.

    Oggi leggiamo per voi un estratto di “Città irreale” di Cristina Marconi – Edizioni Ponte alle Grazie.

    Ad accompagnarlo un’illustrazione della nostra Eva Pratesi ispirata al tema del Premio Strega!

    Voce: Chiara Pugliese – Musica: Bensound –

    Per contattarci: info@radioblognews.it 

    Buon ascolto!