Reading

Per entrare nell’atmosfera di un libro a volte basta sfogliarne alcune pagine, leggere l’inizio oppure un piccolo estratto. Qui a Radio Blog News leggiamo ad alta voce alcuni passi dei romanzi che ci sono piaciuti di più o quelli che voi lettori o scrittori ci proponete. Continuate a contattarci per condividere con noi le vostre letture preferite!

  • Reading

    “Il segreto di Ippocrate” di Isabella Bignozzi

    “….ricordare narrando a Pòlybos gli avrebbe giovato; gli avrebbe dato modo di provare a rivedere la sua vita con il candore della giovinezza, con il cuore di un tempo lontano”.

    Vi presentiamo con grande piacere il nuovo romanzo di Isabella Bignozzi , “Il segreto di Ippocrate” – La Lepre Edizioni.

    “Si tratta di un magnifico libro polifonico; insieme romanzo di formazione, attraverso il delicato rapporto padre/figlio – anche passaggio di testimone da medico a medico – e la descrizione della bella amicizia virile tra Ippocrate e il figlio di uno schiavo liberato. Non mancano i casi clinici, anche spettacolari, col corollario dei rovelli che tormentano il giovane yatròs, presto consapevole delle enormi responsabilità connesse con la professione ( dalla recensione di Felice Modica per la Gazzetta di Parma ).

    Per farvi iniziare ad assaporare questo bellissimo libro,noi di Radio Blog News vi regaliamo la lettura di un estratto in cui incontriamo Ippocrate che, ormai vecchio, decide di affidare a Pòlybos, suo allievo prediletto, le sue memorie.

    Buon ascolto!

    Voce: Chiara Pugliese Musica: www.incompetech.com Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover il segreto di ippocrate
  • Reading

    “Obra poetica.1922-1985” di Nicolás Guillén

    Nicolás Guillén dopo il trionfo della Rivoluzione è sempre stato chiamato il poeta nazionale e non c’è denominazione più giusta e meritata. Infatti la poesia di Guillén interpreta la realtà in maniera critica e da un punto di vista collettivo, senza mai farsi tentare da individualismi o da fughe astratte. Quando Cuba era ancora alla ricerca della sua identità, Guillén denunciava l’ingiustizia sociale, la discriminazione dei neri, la fame, il furto sistematico da parte degli Stati Uniti delle ricchezze nazionali. Possiamo dire che Guillén sia sempre stato il cantore delle necessità degli oppressi e dei poveri. A maggior ragione, dopo il trionfo della Rivoluzione, ha messo al servizio della costruzione di un nuovo stato la sua poesia”.

    Oggi Gordiano Lupi ci fa conoscere e ci racconta l’opera di Guillén, il poeta nazionale cubano, da lui stesso tradotto integralmente e pubblicato in Italia da Il Foglio Letterario Edizioni.

    Buon ascolto! A cura di Chiara Pugliese Musica: www.incompetech.com Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover obra poetica
  • Reading

    “La grande stagione” di Paolo Ruggiero

    “Ragazze in giro ne ho viste poche, al porticciolo, a passeggio nella hòra. Qualcosa ci uscirà senz’altro. Ma non vado in cerca. Sintonizzarsi prima con il luogo. Non forzare. Rientro sotto la stellata, al buio, facendomi a tratti luce con il telefono. I gatti stanno prendendo confidenza. Vedo arrivare le iridi al buio. Quale luce riflettono? Lo sguardo sembra scavarti dentro. Rovescio sul muretto le zucchine che avevo messo in un cartoccio. Le spazzolano in pochi secondi, un groviglio notturno di musi e zampe, lampi di occhi nel buio”

    Su Radio Blog News vi presentiamo, con la lettura di un estratto, l’ultimo romanzo di Paolo Ruggiero edito da Castelvecchi, “La grande Stagione”.

    “La vita notturna di Bologna oggi, al suo meglio.Milano. Una Parigi fuori cliché, come ancora non era stata raccontata. La luce esaltante della Grecia a maggio. Una scrittura lucida e introspettiva, quasi fotografica. Un romanzo incalzante e magnetico”.

    Ad impreziosire la lettura di questo estratto la bellissima voce di Michele Celoni, classe novantuno. Doppiatore professionista formato alla scuola O.D.S. (Operatori Doppiaggio e Spettacolo). Ho prestato la voce a prodotti di impronta televisiva come pubblicità, documentari, telefilm, film e cartoni animati. Ringraziamo di cuore Michele per questa gradita collaborazione con Radio Blog News!

    Non mi resta che augurarvi….BUON ASCOLTO!

    A cura di Chiara Pugliese Musica – www.incompetech.com – per contattarci: info@radioblognews.it

    cover la grande stagione
  • Reading

    “Henry Moore e le piccole Veneri.Arte e identità umana” di Francesca R. Borruso

    “Cos’è una caverna?Una caverna è una forma. Non è il grumo di montagna che c’è sopra”.

    Il profondo interesse di Henry Moore per l’arte della preistoria toccò negli anni diversi aspetti, dai primi studi e disegni sulle piccole sculture e bassorilievi di creature femminili conosciute come “Veneri paleolitiche” (1926), all’articolo “Primitive art” (1941) scritto pochi mesi dopo il terribile bombardamento di Londra durante la prima guerra mondiale, fino ad arrivare alle “Three standing figures” (1948), alla “Woman” (1958) e alla “Three quarter figure” (1961). Il filo di coerenza appassionata e continua che collega quest’interesse alla sua stessa arte, dai disegni alle grandiose sculture, si è svolto per decenni innestandosi sulla sua fondamentale ricerca sull’identità umana. Seguendo Moore nel suo percorso si risale alle prime scoperte archeologiche della seconda metà dell’Ottocento, alle ostilità e agli scontri radicali che suscitò nelle autorità accademiche e religiose la scoperta dell’esistenza della vita e dell’arte di esseri umani vissuti migliaia di anni fa. Prefazione di Margherita Mussi.

    Vi leggiamo oggi un estratto di questa nuova interessante e raffinata pubblicazione di Francesca R. Borruso, firmata Espera Edizioni, dal titolo “Henry Moore e le piccole Veneri. Arte e identità umana“.

    Buon ascolto!

    Voce: Chiara Pugliese Musica: www.incompetech.com Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover henry moore
  • Reading

    “Le leggende del castello nero” di Iginio Ugo Tarchetti dalla raccolta”Racconti italiani gotici e fantastici” a cura di Dario Pontuale -Black Dog Edizioni.

    “Non so se le memorie che io sto per scrivere possano avere interesse per altri, che per me. Le scrivo ad ogni modo per me. Esse si riferiscono pressochè tutte a un avvenimento pieno di mistero e di terrore, nel quale non sarà possibile a molti rintracciare il filo di un fatto, o desumere un conseguenza, o trovare una ragione qualunque. Io solo il potrò, io, attore e vittima a un tempo”.

    Buon sabato sera amici di Radio Blog News!

    Concludiamo questa settimana di audio dedicati come sempre al mondo dei libri e della letteratura, proponendovi l’ascolto INTEGRALE del racconto “Le leggende del castello nero” di Iginio Ugo Tarchetti ( San Salvatore Monferrato,1839 – Milano, 1869), contenuto nel secondo volume della raccolta “Racconti italiani gotici e fantastici”, curata da Dario Pontuale, illustrata da Alex Raso e pubblicato dalla casa editrice capitanata da Marcello Figoni, Black Dog Edizioni.

    Un racconto inquietante e coinvolgente!

    Buon ascolto!

    Voce: Chiara Pugliese Musica: www.incompetech.com Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover racconti italiani gotici e fantastici
  • Reading

    “La scoperta della Maremma” di Antonio Valentino Simoncelli

    Siete mai stati in Maremma? Se ancora l’esperienza di questa ruvida e meravigliosa terra sospesa, tra cielo, mare e colline mancasse al vostro appello, vi presentiamo un libro che potrebbe fare al caso vostro e vi aiuterà ad entrare nell’atmosfera giusta per visitarla.

    Lo scrittore è Antonio Valentino Simoncelli definito a buon diritto un vero e proprio “ricercatore di memoria e di passione” che, sia per lavoro che per interesse personale, ha dedicato ben nove pubblicazioni alle campagne toscane del Novecento ( questa è appunto la nona uscita per Innocenti Editore). La prefazione del libro che vi leggiamo oggi è scritta da Rossano Marzocchi.

    E dunque lasciatevi travolgere da questo piccolo viaggio parlato nella terra maremmana!

    Buon ascolto!

    Voce:Chiara Pugliese Musica: www.incompetech.com Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover LA scoperta della MAremma
  • Reading

    “L’ultima luce” di Corinna Rossi

    “L’ultima luce si spense. La fiammella che illuminava l’arco della finestra in cima alla torre si agitò e scomparve”.

    Ben trovati nel nuovo anno amici e ascoltatori di Radio Blog News. Inauguriamo con piacere le nostre letture ad alta voce presentandovi una bravissima audiolettrice del web, Valentina Lale Ferraro – La Musifavolista che vi invitiamo ad andare a conoscere ed ascoltare meglio sul suo canale Spreaker o sul suo sito www.lamusifavolista.com.

    Valentina legge per noi l’incipit di “L’ultima luce” di Corinna Rossi – Edizioni Espera.

    Siamo in Egitto, Deserto Occidentale, inizio del IV secolo AD. Su ordine dell’imperatore, viene ultimata la costruzione di una catena di insediamenti fortificati intorno alla Grande Oasi, lungo il limite meridionale dell’impero romano. Nel più grande, una laboriosa comunità e un manipolo di soldati scelti hanno il compito di garantire il controllo delle vie carovaniere e di sorvegliare il fronte sud, oltre cui finisce il mondo conosciuto. Per cento anni gli abitanti dell’insediamento seguono fedelmente gli ordini originali dell’imperatore, fino a quando un evento inatteso sgretola le loro certezze e li costringe, lentamente, a trasferirsi altrove. Quando l’ultimo manipolo di soldati capisce che è ora di abbandonare l’insediamento, accende un’ultima luce sulla torre del castello, e si prepara a partire. Quando l’ultima luce viene spenta si chiude un ciclo – e se ne apre un altro.

    Buon ascolto allora e un ringraziamento speciale alla brava e coinvolgente Musifavolista!

    Musica: www.incompetech.com – Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover l'ultima luce
  • Reading

    “Uomini” di Maria Teresa Cipri

    “Uomini: eroi mitologici, protagonisti di romanzi e fumetti, personaggi indimenticabili le cui gesta si sono incrociate nel mio cammino. Avventurieri, geni fanfaroni o inarrivabili menti, artisti immortali, statisti, poeti, filosofi, pittori, medici, librai, avvocati, architetti. Li ho amati, detestati, ammirati, idealizzati, sottovalutati, desiderati, dimenticati, cercati e perduti, sedotti e abbandonati, lasciati andare, trattenuti. Vissuti. Ho appreso da loro quanto in amore si sbagli e quanto in amore s’impari. E ne ho evocato alcuni, ora, tra queste pagine, angeli caduti in volo, schegge di un grande specchio rotto, tessere di un mosaico che non sarà mai completo perché questo è il nostro percorso terreno e la nostra forza: credere e andare incontro all’infinito”.

    Oggi, in collaborazione con Graus Edizioni, vi facciamo ascoltare un estratto del libro “Uomini” di Maria Teresa Cipri dedicato alla figura del Conte di Montecristo.

    Buon ascolto!

    Voce: Chiara Pugliese Musica: www.incompetech.com Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover uomini
  • Reading

    “Incontri all’angolo di un mattino” di Lia Migale

    “Sì, ho ritrovato la lettera. Anzi devo dire che l’ho semplicemente trovata, non la stavo cercando. Non ricordavo di averla, forse non ricordavo nemmeno di averla mai ricevuta. L’ho trovata in mezzo a vecchi quaderni nella casa che era stata dei miei genitori. Era una breve lettera scritta su di un foglio di carta velina, vergata a mano dalla mia amica Gioia. Era stata scritta nel 1968, era marzo. Poche parole dettate dall’urgenza, quella di dire in fretta perché da oggi in poi il tempo correrà più velocemente e bisogna dire quello che accade e l’amore che ci lega. Bisogna sempre dire del legame che ci permette di correre”.

    Estratto dal libro di Lia Migale “Incontri all’angolo di un mattino” edito da La Lepre Edizioni. Il romanzo ritrae la generazione degli anni Settanta prima e dopo quel decennio e dietro i nomi dei vari personaggi si celano veri protagonisti di quell’epoca.

    Buon ascolto!

    Voce: Chiara Pugliese – Musica: www.incompetech.com – Per contattarci: info@radioblognews.it

    cover incontri all'angolo di un mattino
  • Reading

    “Audioraccontando” legge l’incipit di “Il boa delle caverne” di Emilio Salgari

    “Tutta l’immensa vallata del rio delle Amazzoni, bagnata dal più grande fiume dell’America meridionale, è coperta da foreste di una bellezza meravigliosa, che non hanno eguale in tutte le altre parti del mondo, ma che godono di una pessima reputazione per l’abbondanza straordinaria di rettili che si celano sotto quelle infinite volte di verzura”.

    Ospitiamo oggi una bellissima lettura di Patrick, appassionato di speakeraggio e lettura ad alta voce e creatore del canale YouTube Audioraccontando, sul quale condivide i suoi lavori.

    Patrick legge per voi l’incipit del racconto “Il boa delle caverne” di Emilio Salgari e se l’ascolto vi incuriosirà potete andare su www.liberliber.it  per finire di leggervelo tutto o magari andate a curiosare QUI per trovare altri misteriosi racconti ad alta voce!

    Buon ascolto!

    Per contattarci: info@radioblognews.it – Musica: www.incompetech.com